[ Salta al contenuto della pagina ]

Access key definite:
Vai alla pagina iniziale [H]
Vai alla pagina di aiuto alla navigazione [W]
Vai alla mappa del sito [Y]
Passa al testo con caratteri di dimensione standard [N]
Passa al testo con caratteri di dimensione grande [B]
Passa al testo con caratteri di dimensione molto grande [V]
Passa alla visualizzazione grafica [G]
Passa alla visualizzazione solo testo [T]
Passa alla visualizzazione in alto contrasto e solo testo [X]
Salta alla ricerca di contenuti [S]
Salta al menù [1]
Salta al contenuto della pagina [2]

Sezione contenuti:

[ Salta al menù ]

Dettaglio procedura

Questa funzionalità permette di visualizzare i dati della procedura selezionata, compresi i documenti relativi al bando, ovvero ai documenti che sono richiesti ai concorrenti. Premendo il pulsante "Lotti" si accede alle informazioni di dettaglio dei lotti facenti parte della procedura.
CONTENUTO AGGIORNATO AL 05/10/2020

Sezione Stazione appaltante

Comune di Minturno - Servizio 3
Sarao Pasquale

Sezione Dati generali

CONCORSO DI IDEE - MASTERPLAN PER LA RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICO AMBIENTALE E FRUIZIONE TURISTICO- RICREATIVA ANCHE NAUTICO-DIPORTISTICA, NELL'AREA TERMINALE DELLA FOCE DEL GARIGLIANO - CIG : Z7E2D62A7B
Servizi
Procedura aperta
Offerta economicamente più vantaggiosa
20.000,00 €
25/06/2020
15/10/2020 entro le 12:00

Sottosezione Scadenze precedenti alla rettifica

Data scadenza Ora scadenza Data e ora operazione rettifica
25/08/2020 12:00 23/07/2020 09:37:22
G00007
In aggiudicazione

Sezione Documentazione richiesta ai concorrenti

Busta amministrativa
  • Istanza di partecipazione
  • Dichiarazione sostitutiva di iscrizione albo professionale
  • Dichiarazione di designazione del capogruppo (per partecipazione non singola)
  • Documento di gara unico europeo
  • Accettazione delle norme contenute nel presente Bando di Concorso
Busta tecnica
  • Documento contenente il codice anonimo
Busta economica
  • Offerta economica

Sezione Comunicazioni della stazione appaltante

  • Pubblicato il 05/10/2020
    Comunicazione operatori economici - Si comunica che i quesiti inviati fino alla data del 01.10.2020 sono stati trattati in forma aggregata ed i relativi chiarimenti sono stati pubblicati nella presente sezione sino alla data odierna. I quesiti formulati dopo la data del 01.10.2020 non saranno valutati da questo Ufficio. IL RUP: Dott. Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 05/10/2020
    RISPOSTA A RICHIESTA CHIARIMENTO N. 9 DEL 05.10.2020 - IN RISPOSTA A RICHIESTA CHIARIMENTO N. 9 DEL 05.10.2020, così formulato: "Premesso che il Disciplinare di Gara all'art. 4.3 indica che l'offerta economica è composta da: - Calcolo del costo stimato per la realizzazione dell'opera; - Calcolo del compenso professionale delle varie fasi di progettazione. Considerato che il modulo di offerta economica prevede solo il dettaglio del calcolo del compenso professionale delle varie fasi di progettazione, si chiede conferma che sia sufficiente allegare l'offerta economica secondo il modello posto a base di gara, oppure sia necessario integrare il medesimo, o allegare ulteriori prospetto, con il calcolo del costo stimato per la realizzazione dell'opera (peraltro già richiesto negli elaborati progettuali). In attesa di cortese riscontro si porgono i più distinti saluti." Si chiarisce come segue: "Lo schema da utilizzare è esattamente quello riportato nei documenti di gara pubblicati su questo portale. Occorre indicare necessariamente il calcolo stimato per la realizzazione dell'opera, atteso che da quest'ultimo scaturirà il calcolo del compenso professionale delle varie fasi progettuali." IL RUP: Dott. Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 05/10/2020
    RISPOSTA A CHIARIMENTI N. 8 DEL 05.10.2020 - IN RISPOSTA A CHIARIMENTI N. 8 DEL 05.10.2020, così formulato: "Con la presente si segnala che tentando di generare il DGUE sulla piattaforma EasyDGUE il sistema comunica che il webcode indicato sul Bando di Gara risulta errato. In ogni caso, si chiede la possibilità di presentare il DGUE secondo il modello standard, comunemente utilizzato da tutti, pubblicato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. In attesa di cortese riscontro si porgono i più distinti saluti." Si chiarisce come segue: "Per compilare il dgue tramite la piattaforma Easy DGUE si fa presente che oltre al web code indicato negli atti di gara bisogna inserire la password con cui l'operatore economico si è registrato sulla piattaforma Easy DGUE. Per i dettagli sulla procedura operativa si rimanda alla sezione Compilazione e presentazione del formulario del manuale di utilizzo presente sul portale Easy DGUE. In merito alla richiesta di possibilità di utilizzo di altri dgue si fa presente che viene richiesta nel bando la compilazione del documento attraverso EasyDGUE in quanto tale piattaforma è integrata con la piattaforma di e-procurement su cui è in corso la procedura di gara ed ha funzionalità di verifica automatica, che consente una comparazione immediata delle informazioni presentate dai candidati con quelle previste dalla lex specialis di gara. Comunque in caso di impossibilità da parte dell operatore ad utilizzare EasyDgue si fa presente che gli operatori economici possono riutilizzare il DGUE utilizzato in una procedura d'appalto precedente purché confermino che le informazioni ivi contenute sono ancore valide. IL RUP Dott. Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 30/09/2020
    RISPOSTA A RICHIESTA CHIARIMENTO N. 7 DEL 21.09.2020 - In risposta al chiarimento n. 7 del 21.09.2020 così formulato: ".....in riferimento al punto 3.3.1- Requisiti economico-finanziari, si cita: "il vincitore dovrà presentare, unitamente ai documenti di cui al punto 5.8.....". Considerando che nel disciplinare il punto 5 arriva fino al sottopunto 5.4, si chiede se trattasi di refuso o se fa riferimento ad altro documento...." si chiarisce come segue: Trattasi di refuso. Dunque si tenga conto del sottopunto 5.4. Il RUP Dott. Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 13/08/2020
    RISPOSTA A CHIARIMENTO N. 6 DEL 01.08.2020 - In risposta al chiarimento n. 6 del 01.08.2020 così formulato: 1)Nell'area di intervento sono presenti degli edifici dismessi e in attività, alcuni a servizio dell'attuale sistemazione dell'ormeggio barche. Gli edifici in questione devono rimanere in planimetria o si può valutare la riqualificazione e/o demolizione? 2)Chiarimenti sulla compilazione della domanda di iscrizione: Siamo colleghi riuniti occasionalmente per partecipare al concorso, nella domanda ci sono varie Schede (scheda 1-2-3-4) In quanto gruppo occasionale, dobbiamo compilarle tutte oppure solo una scheda delle 4 presenti nel pdf? Se Una può indicarci quale? 3)Sempre nella scheda di iscrizione sono presenti le qualifiche dei partecipanti: Capogruppo, Co-progettista, consulente, collaboratore. Sono necessarie tutte e quattro le figure oppure è un organigramma indicativo? Si può compilare indicando un capogruppo e due co-progettisti? 4) La proroga segnalata per l'invio del progetto, 15/10/2020, vale anche per la domanda di iscrizione o lei va necessariamente inviata entro il 25/08/2020?" Si chiarisce come segue: 1) Gli edifici presenti nell'area di intervento sono tutti privati. Può essere valutata la riqualificazione e ristrutturazione nei limiti del rispetto della normativa urbanistica ed edilizia, soprattutto se restano di proprietà privata (doppia conformità etc.) ed ovviamente facendo rientrare i costi dell'intervento proposto nel quadro economico generale del progetto 2) Le schede (1-2-3-4), sono state allegate con l'intento di facilitare la compilazione dell'istanza. Ovviamente sono schemi che possono essere modificati a seconda la natura giuridica dell'operatore partecipante, (art. 46, comma 1 D.Lgs n. 50/2016 e smi): a)prestatori di servizi di ingegneria e architettura: i professionisti singoli, associati, le società tra professionisti di cui alla lettera b), le società di ingegneria di cui alla lettera c), i consorzi, i GEIE, i raggruppamenti temporanei fra i predetti soggetti che rendono a committenti pubblici e privati, operando sul mercato, servizi di ingegneria e di architettura, nonché attività tecnico-amministrative e studi di fattibilità economico-finanziaria ad esse connesse, ivi compresi, con riferimento agli interventi inerenti al restauro e alla manutenzione di beni mobili e delle superfici decorate di beni architettonici, i soggetti con qualifica di restauratore di beni culturali ai sensi della vigente normativa; gli archeologi; b) le società di professionisti: le società costituite esclusivamente tra professionisti iscritti negli appositi albi previsti dai vigenti ordinamenti professionali, nelle forme delle società di persone di cui ai capi II, III e IV del titolo V del libro quinto del codice civile ovvero nella forma di società cooperativa di cui al capo I del titolo VI del libro quinto del codice civile, che svolgono per committenti privati e pubblici servizi di ingegneria e architettura quali studi di fattibilità, ricerche, consulenze, progettazioni o direzioni dei lavori, valutazioni di congruità tecnico economica o studi di impatto ambientale; c) società di ingegneria: le società di capitali di cui ai capi V, VI e VII del titolo V del libro quinto del codice civile, ovvero nella forma di società cooperative di cui al capo I del titolo VI del libro quinto del codice civile che non abbiano i requisiti delle società tra professionisti, che eseguono studi di fattibilità, ricerche, consulenze, progettazioni o direzioni dei lavori, valutazioni di congruità tecnico-economica o studi di impatto, nonché eventuali attività di produzione di beni connesse allo svolgimento di detti servizi; d) i prestatori di servizi di ingegneria e architettura identificati con i codici CPV da 74200000-1 a 74276400-8 e da 74310000-5 a 74323100-0 e 74874000-6 stabiliti in altri Stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi; e) i raggruppamenti temporanei costituiti dai soggetti di cui alle lettere da a) a d); f) i consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria, anche in forma mista, formati da non meno di tre consorziati che abbiano operato nei settori dei servizi di ingegneria ed architettura. Se si leggono con attenzione le schede, si rileva che esse oltre ad essere numerate sono anche nominate: Scheda 1: Istanza iscrizione: evidentemente dovrà essere compilata e presentata da ogni operatore che intende partecipare, tenendo conto della propria natura giuridica; Scheda 2: Autodichiarazione Iscrizione Albo Professionale: anch'essa dovrà essere compilata e presentata da ogni operatore che intende partecipare, tenendo conto della propria natura giuridica; Scheda 3: Designazione Capogruppo: evidentemente dovrà essere compilata e presentata da operatore NON singolo ma costituito in RTP o altra forma di gruppo prevista dall'art. 46 del D.Lgs n. 50/2016 e smi. Scheda 4: Dichiarazione d'incompatibilità: dovrà essere compilata e presentata da ogni operatore che intende partecipare, sempre tenendo conto della propria natura giuridica. 3) Le qualifiche dei partecipanti: Capogruppo, Co-progettista, consulente, collaboratore sono ovviamente indicative. Occorrerà indicare le figure del proprio organigramma. 4) La proroga della scadenza del termine per la presentazione delle offerte attiene evidentemente all'intera procedura. Dunque scadenza termine presentazione offerta (istanza, progetto, offerta) è fissata ora al 15 ottobre 2020 h. 12:00. Il RUP Dott. Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 29/07/2020
    RISPOSTA A CHIARIMENTO N. 5 DEL 28.07.2020 - In risposta al chiarimento n. 5 del 28.07.2020 così formulato: "Q1) 5.Con riferimento ai Criteri di valutazione di cui al punto 5.2) del Bando, si chiede di confermare che l'offerta di ribasso del compenso professionale verrà aperta solo successivamente all'attribuzione dei punteggi tecnici in quanto il modello predisposto non rispetta il requisito dell'anonimato. Q2) sempre in riferimento all'offerta di ribasso sul compenso professionale si richiede di specificare con quale formula verranno attribuiti i 10 punti previsti." Si chiarisce come segue: Q1): Si conferma in maniera assoluta che l'offerta di ribasso del compenso professionale verrà aperta SOLO successivamente all'attribuzione dei punteggi tecnici. Il sistema telematico della piattaforma in uso a questa stazione appaltante non permette in alcun modo di aprire il plico offerta in maniera anticipata alla formazione di graduatoria. Si suggerisce di consultare la Sezione Istruzioni e Manuali della piattaforma. Q2): l'elemento prezzo, ai soli fini della valutazione e dell'attribuzione del punteggio è costituito dal ribasso percentuale sul corrispettivo per l'esecuzione della prestazione, come nella generalità degli appalti pubblici, al ribasso percentuale sul prezzo: - è attribuito il coefficiente zero all'offerta minima possibile; - è attribuito il coefficiente uno all'offerta massima (più vantaggiosa per la Stazione appaltante); - è attribuito il coefficiente intermedio per interpolazione lineare alle offerte intermedie; I coefficienti sono attribuiti applicando la seguente formula: V(a) i = R i / R max dove: V(a) i è il coefficiente del ribasso dell'offerta (a) in esame variabile da zero a uno; R i è il ribasso dell'offerta in esame; R max è il massimo ribasso tra tutti quelli offerti (più vantaggioso per la Stazione appaltante). Il RUP: Dott: Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 22/07/2020
    AVVISO DI PROROGA SCADENZA TERMINE PRESENTAZIONE OFFERTE - Si comunica che, che la scadenza del termine per la presentazione offerte già stabilito, nel bando di gara pubblicato, al 25/08/2020 è PROROGATO al 15/10/2020, atteso che detto termine coincide con periodo di ferie estive. L'avviso sarà pubblicato sugli stessi mezzi sui quali è stato pubblicato il bando di gara (GUCE, GURI, Quotidiani). Il RUP: Dott. Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 16/07/2020
    RISPOSTA A CHIARIMENTO N. 4 DEL 14.07.2020 - In risposta al chiarimento n. 4 del 14.07.2020 così formulato: "In merito a quanto indicato al punto 4.2 del bando si chiedono i seguenti chiarimenti: 1) Esiste un'indicazione in merito alla font da usare e alla grandezza del testo per redigere la Relazione illustrativa? 2) Nel Book Grafico sono da riportare le riduzioni "delle due tavole grafiche" invece le tavole richieste sono n.3, quale quantità è da tenere in considerazione? 3) Nella verifica di coerenza cosa si intende per "programma funzionale" l'elenco numerato a pagina 5 dell'allegato A?" Si chiarisce come segue: Quesito 1) non sono state formulate indicazioni in merito a caratteristiche e dimensioni caratteri. Quesito 2) il n. 2 elaborati costituisce refuso. le tavole grafiche da riportare in formato ridotto sono tutte e tre. Quesito 3) per verifica di coerenza s'intende dichiarazione dalla quale si evinca il rispetto delle indicazioni riportate nelle linee guida di cui all'allegato "A" del bando e del ri spetto dei costi di cui al punto 1.5 del bando stesso. Il tutto nell'ambito delle eventuali modifiche consentite dal bando stesso. Il RUP: Dott: Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 09/07/2020
    RISPOSTA A CHIARIMENTO N. 3 DEL 09.07.2020 - In risposta al chiarimento n. 3 del 09.07.2020 così formulato: "QUESITO 1) Al punto 1.5 Costo stimato per la realizzazione dell'opera del Bando, è testualmente indicato al primo capoverso che "Il costo stimato per la realizzazione dell'opera, comprensivo degli oneri della sicurezza, è di euro 7.000.000,00 al lordo dell'IVA". Si chiede di chiarire se nell'importo di . 7.000.000 si intende compresa l'IVA o come solitamente l'IVA va calcolata a parte." Si chiarisce come segue: Il costo previsto dal bando, come specificatamente indicato e ribadito dal concorrente, è al lordo dell'I.V.A.. Il costo è STIMATO, pertanto, può subire variazioni in ragione della proposta progettuale del concorrente. Ovviamente il costo della soluzione proposta inciderà sui criteri di valutazione come indicato al punto 5.2. 5 del bando. "QUESITO 2) Nel documento preliminare alla progettazione, allegato al Bando, è individuata in una ortofoto un'area territoriale in colore rosso ed altre, interna a quella rossa, in colore giallo. Cosa indicano questi due delimitazioni?" Si chiarisce come segue: L'area gialla indica un perimetro entro il quale ridotta è la possibilità di rinvenimento di emergenze archeologiche e quindi è suggerita l'ubicazione dell'area portuale. L'area rossa indica il perimetro dell'area di riqualificazione nel complesso. Resta fermo quanto indicato nell'allegato "A" circa le modifiche di limiti dell'area ammesse. Si precisa, infine, che il catastale è allegato al bando, mentre la vincolistica è raggiungibile al sito istituzionale del Comune di Minturno al link: www.comune.minturno.lt.it "QUESITO 3) Posto che nel citato DPP e nel bando non sono indicati gli esatti limiti e perimetri di estensione territoriale dell'intervento, si chiede quali siano i limiti effettivi dell'intervento e se tali limiti possono essere estesi ad aree di proprietà private." Si chiarisce come segue: Le aree sono tutte private. Per i limiti si veda risposta a quesito 2). Il R.U.P.. Dott. Pasquale SARAO
  • Pubblicato il 08/07/2020
    R: Area d'intervento - In merito al chiarimento n. 2 del 07.07.2020 così formulato: "Si chiede se in merito al perimetro dell'area oggetto di concorso, in rosso sulla fig. 1 a pagina 3 del Documento preliminare alla progettazione, possano essere condivisi i limiti di detta area con maggiore precisione anche in relazione alla Mappa catastale georeferenziata già compresa nella documentazione scaricata". si comunica che sono ammesse piccole modifiche e/o precisazioni che non sconvolgano le ubicazioni e che siano funzionali alla proposta progettuale. Il RUP: Dott. Pasquale Sarao
  • Pubblicato il 02/07/2020
    RISPOSTA A CHIARIMENTO N. 1 DEL 01.07.2020 - In risposta alla richiesta di chiarimenti (n. 1 del 01.07.2020) riguardo a: Il soddisfacimento dei requisiti economico - finanziari e tecnico - organizzativi, relativamente alla categoria E.01, venga accettato quanto stabilito dalle Linee Guida n. 1 dell'ANAC (sezione V, art. 1) ovvero che "Ai fini della qualificazione, nell'ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare (non necessariamente di identica destinazione funzionale) sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare [...]. Si comunica che questo ufficio applica regolarmente le Linee Guida ANAC, in questo caso la n. 1, sezione V, art. 1), atteso il ruolo che l'Autorità svolge in un contesto ordinamentale complesso (quale quello dei contratti pubblici), sia come fonte culturalmente autorevole, sia come istituzione giuridicamente autoritativa. Il RUP: Dott. Pasquale SARAO

[ Torna all'inizio ]